SI TORNA AL NORD

postato in: Europa, Islanda, viaggi | 0

 

Schermata 2016-12-06 alle 21.49.21

 

SI TORNA AL NORD” è stata la mia prima esclamazione dopo aver prenotato il volo che mi porterà alla prossima meta.

Tutto è iniziato con la voglia di esplorare una nuova terra, che si contraddistinguesse dalle altre per la natura incontaminata che la caratterizza, avevo voglia di staccare dal caos cittadino, buttarmi in luogo calmo ma allo stesso tempo poter fare un viaggio avventuroso.

Quale miglior posto dell’ ISLANDA?

L’islanda era in cima alla mia wishlist da un pò di tempo, ha iniziato ad incuriosirmi grazie a scatti fotografici trovati online.
Foto di ghiacciai, cascate maestose, geysers, vulcani e la magica aurora boreale che non ho mai avuto l’occasione di ammirare.

Sono sicura che questa terra magica vada visitata in ogni stagione, perché in grado di cambiare e regalare emozioni differenti, io ho deciso di sfidare il freddo (al quale non sono molto abituata) e scoprire l’Islanda nella stagione più “ostile” perchè ho voglia di vivere sulla mia pelle e vedere con i miei occhi la potenza di questa terra.

Voglio godere di quei paesaggi innevati, ghiacciati, in grado di farti sentire quasi alla fine del mondo, voglio perdermi in quelle distese  bianche e alzando gli occhi al cielo vivere l’emozione di un aurora boreale che catturi il mio sguardo, e il mio cuore.

Insomma avevo voglia di un viaggio “diverso”, ed eccolo qui che mi aspetta.

Le mie aspettative sono alte e la voglia di partire è tanta, condividerò questo viaggio con un’amica, uno spirito libero che, come me, ama i viaggi in solitaria, i viaggi avventurosi, ama la natura e dà lo stesso valore che io do alla parola VIAGGIO.

Se questa voglia di nord si è impossessata di me è anche grazie ai tanti racconti di Gogo Francine, blogger e amica, amante dell’Artico (amante è un termine riduttivo in questo caso ) e bravissima storyteller e cosigliatrice { Spiccando Il Volo Travel Blog }.

 

Schermata 2016-12-06 alle 21.42.13

 

Sto iniziando a buttare giù un itinerario per poter organizzare al meglio i miei 6 giorni in Islanda, userò come base Reykjavik e mi sposterò di giorno in giorno verso le diverse mete scelte.

Le cose che non mi lascerò sicuramente scappare sono:

  • Reynisfjara, spiaggia scura di sabbia vulcanica, contornata da colonne basaltiche scenografiche, situata a Vik nel sud dell’isola.
  • Seljalandsfoss, una delle cascate più famose in Islanda, alta 60 m e caratterizzata dalla presenza di un sentiero che permette ai visitatori di passare dietro la cascata stessa.
  • Skogafoss, altra cascata molto conosciuta a lato della quale, una scalinata di 700 gradini, porta in cima a pochi passi dall’inizio del salto.
  • Solheimajokull, uno dei ghiacciai più facilmente accessibili, sul quale potersi cimentare in avventurosi trekking.
  • Strokkur Geyser, uno dei geyser più conosciuti, situato nella regione geotermica nei pressi del fiume Hvítá.
  • Blue Lagoon, l’attrazione più conosciuta in Islanda, un’area geotermale localizzata a circa 40km dalla capitale.
  • Gullfoss waterfall, soprannominata “la regina di tutte le cascate islandesi” caratterizzata da un doppio salto e da una maestosità difficile da superare.
  • Thingvellir National Park, un parco nazionale situato nella parte sud occidentale dell’isola, qui nell’anno 930 fu fondato uno dei primi parlamenti del mondo.
  • Aurora boreale, parteciperò ad un tour organizzato a caccia delle northern lights sperando in un pò di fortuna.

 

Ora non mi resta che definire gli ultimi dettagli, munirmi di vestiti molto caldi, e preparare la mia macchina fotografica per questa nuova avventura insieme.

ISLANDA STO ARRIVANDO!!

Barbara.

 

Schermata 2016-12-06 alle 21.38.16